Corso di formazione: "La pratica della supervisione nei centri di accoglienza"

Il corso di formazione, finanziato a valere su Fondi FAMI 2014-2020, è un percorso formativo gratuito che mira all’esplicazione delle principali caratteristiche della pratica di supervisione e dei suoi effetti sulla qualità dell’intervento professionale in ambito sociosanitario, sia per ciò che concerne le dinamiche di gruppo presenti all'interno delle equipe multidisciplinari, sia in relazione al singolo “caso”.

Partendo dal presupposto che è necessario aumentare la capacità di lettura dei fenomeni e promuovere e valorizzare il riconoscimento delle proprie competenze in termini di “sapere essere” e “saper fare”, verrà presentato e discusso con i partecipanti l'intervento fondato sull'approccio etno-sistemico-narrativo, che riformula criticamente prospettive, categorie e strategie dei dispositivi di cura e si procederà nell'analisi e nella valutazione di una specifica situazione clinica presentata da operatori dei centri di accoglienza.

Verranno infine presentate le esperienze territoriali e i modelli operativi sperimentati presso i progetti SPRAR/SIPROIMi di Porto San Giorgio (disagio mentale) e Fermo (ordinari), volti a favorire un percorso terapeutico dove non predomini l'attenzione per il sintomo ma la storia di vita della persona migrante e i differenti sistemi di rappresentazione culturale, al fine di tracciare una co-costruzione di nuovi significati di Cura. 

L'evento è organizzato dall'ARS Marche in collaborazione con Nuova Ricerca Agenzia Res, Vivere Verde Onlus e On the Road Società Cooperativa Sociale.

Modulo di iscrizione  bit.ly/34BAjPe

In allegato la locandina

Fonte: Regione Marche