Guida: come riconoscere e contrastare gli hate crimes

Crimini e discorsi d’odio e indicatori del pregiudizio. Diritti delle vittime e strumenti per difendersi. Quadro normativo di riferimento e istituzioni impegnate, in Europa e nel mondo, contro le discriminazioni. 
 
Sono tante le informazioni utili contenute nella guida Quando l’odio diventa reato., pubblicata dall'Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori (OSCAD) in occasione dei 10 anni di attività. Diffusa lo scorso gennaio come inserto del mensile Polizia moderna, da qualche giorno è anche online sul sito del Ministero dell’Interno, insieme alla versione in inglese  When hate becomes crime.
 
La guida, spiega il Viminale, "è un aiuto concreto, messo a punto da esperti, per riconoscere gli indicatori di pregiudizi e discriminazione, combattere la diffusione del linguaggio d'odio, individuare le caratteristiche di un reato d'odio - l'undereporting, l'underecording, il rischio di escalation -  per poterlo contrastare. L'obiettivo, che ogni cittadino può contribuire a raggiungere, è non solo proteggere le parti più vulnerabili della società ma anche lavorare per diffondere la cultura della tolleranza, e del rispetto".
 
 
 
Fonte: Integrazione Migranti
Ultima modifica il Lunedì, 22 Giugno 2020 14:59