PRIMM2020: il terzo settore e le persone immigrate. Una ricerca.

La terza ed ultima parte della ricerca PRIMM 2020 si è concentrata sul ruolo degli attori del terzo settore nella programmazione e nell’implementazione dei servizi per la popolazione migrante nella regione Marche. In questa fase sono stati coinvolti operatori e gestori di servizi rivolti in via esclusiva alla popolazione migrante (como coloro che erogano i servizi di prima accoglienza), ma anche operatori e gestori di servizi rivolti alla popolazione vulnerabile in genere e che lavorano sia con i migranti sia con la popolazione lungo residente. E' stato analizzato anche l’impatto che la pandemia da COVID-19 ha avuto su tali servizi.

I principali risultati evidenziano come il ruolo degli attori del terzo settore sia un ruolo chiave per l’erogazione dei servizi e, soprattutto, per l’intercettazione della popolazione straniera più vulnerabile che però ricade nel limbo della zona grigia fra i servizi per la prima accoglienza e quelli per l’intera popolazione. La capacità di intercettare il bisogno e di lavorare in emergenza e la loro flessibilità ha reso questi attori centrali nel fronteggiare lo scoppio della pandemia. La capacità di mobilitare risorse e reti territoriali è il vero asso nella manica di tali attori che lamentano, però, uno scarso coinvolgimento nei processi decisionali e di programmazione dei servizi.

Approfondisci questi ed altri risultati di ricerca nel documento allegato.

 

Puntata 1 qui

Puntata 2 qui